COME FAR MANGIARE DA SOLO IL BAMBINO

Genova – Tra i numerosi non facili compiti dei genitori,c’è l’insegnare a mangiare da solo al bambino.

Ed è di primaria importanza insegnare ai bambini a mangiare in modo sano ed equilibrato.

Una buona educazione alimentare inizia già prima di sedersi a tavola .
La prima fase,generalmente, inizia dallo svezzamento con il bimbo seduto sul seggiolone.                   Inizia una fase importante che consente al bambino di conoscere il cibo, assaggiando varietà a piccoli bocconcini.

Occorre offrirgli un cucchiaino morbido con il quale possa prendere il cibo che mangia, portandolo alla bocca con la mano.

In questa prima fase il bimbo potrà agitare il cucchiaio pieno, rovesciare il bicchiere, sputare addosso il cibo dalla bocca e rovesciare il piatto .

A 9 mesi ,tiene il biberon con le mani,portandolo alla bocca per toglierlo quando ha finito.

A un anno o anche più tardi, se il bambino fosse molto lento a mangiare, è bene lasciarlo consumare da solo almeno la prima metà del pasto.
Dopo una buona competenza, con il cucchiaio può iniziare a utilizzare la forchetta, infilando correttamente i bocconi in bocca.

A due anni il bambino può tenere correttamente il bicchiere da solo,senza sporcarsi

A tre anni dovrebbe stare correttamente a tavola.

Il coltello è l’ultima delle competenze da imparare, insegnandogli molto correttamente l’utilizzo.

Se, pur sapendo usare le posate, mangia più volte con le mani è necessario eliminare questa non corretta abitudine. In questa fase di educazione il bambino non sempre mangia con buone maniere, perciò è necessario che i genitori a tavola si comportino correttamente.

Quando si è a tavola , i genitori devono tenere il bambino seduto accanto, per fargli capire che durante il pranzo e la cena si sta riuniti tutti insieme.

In questa sede non bisogna guardare la televisione, nè utilizzare cellulare e smartphone (salvo chiamate impreviste), non giocare, non leggere libri ma si chiacchiera, si raccontano le esperienze della giornata e si condividono sensazioni ed emozioni.

Quando i bambini giungono all’età di 6 anni devono rimanere seduti davanti alla tavola finché tutti finiscono di mangiare,assorbendo il concetto dell’unione famigliare e dello scambio di idee.

Luisa Costa

Consulenza medico Scientifica Prof.Giovanni Serra già Primario Neonatologia Ospedale Gaslini Genova

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*