La merenda dei bambini

Londra – In generale,specie in Italia,la merenda dei bambini non ha il giusto rilievo nutritivo.

In realtà rappresenta un pasto fondamentale nella giornata : a metà mattina e a metà pomeriggio, senza disturbare l’appetito,nella sua consistenza.

La merenda è anche indispensabile per mantenere la salute, deve essere appetitosa ma non troppo calorica o pesante.
Quella giusta e migliore per il bambino è a base di frutta, verdure, ortaggi e ricca di nutrienti come carboidrati, vitamine e sali minerali. Una buona merenda può anche essere preparata con formaggi magri ,non più di tre volte la settimana .

I Pediatri consigliano piccoli spuntini, importanti nella dieta quotidiana, per evitare poi di mangiare troppo sia a pranzo che a cena ,mantenere attivo il metabolismo e favorire l’apparato digerente .

La merenda deve essere un piccolo pasto indispensabile per mantenersi in salute e deve fornire il 5- 10% dell’energia giornaliera, dovendo contenere dalle 90 alle 180 Kcal.

Se i bambini non hanno un sovrappeso o esercitano un’attività sportiva , si può fornire una merenda più ricca.
La distanza tra la merenda e il pranzo o la cena deve essere almeno di due ore.
Ed è preferibile non far mangiare i bambini mentre guardano la TV o stanno studiando.

Nell’importanza della merenda è fondamentale la qualità del cibo, evitando,per quanto possibile,tutto ciò che è confezionato e industriale.

Da uno a tre anni si può offrire macedonia di frutta (mela grattugiata ai più piccoli), una fetta di brioche casalinga, un frutto morbido e facile da masticare come la banana o un bicchiere di latte scremato con i biscotti.
Dai quattro anni la merenda può essere confezionata con altri cibi sani tipo :frutta di stagione, anche sotto forma di macedonia, gelato, pane e marmellata, una carota o uno yogurt, o anche un panino con lattuga e formaggio . Ideale la marmellata di varie frutte confezionata in casa più naturale e senza conservanti

Quando il bambino va a scuola è di primaria importanza iniziare la giornata nel modo giusto, facendo colazione completa a casa ,usando alimenti a scelta tra latte,yogurt frutta o succo (poco perchè ricco di zuccheri) bevanda calda,farinacei. In parte simile alle prime colazioni di oltralpe.
Questo tipo di colazione è in grado di fornire tutta l’energia di cui il bambino necessita .

Per la merenda a scuola ,gli snack sono ideali ,riproponendo quanto suggerito precedentemente .

Poichè i bambini non amano particolarmente la frutta che unitamente alla verdura giornaliera è fondamentale per piccoli e grandi ,è necessario qualche piccolo trucco per fargliela apprezzare.

In alternativa alla frutta fresca si può utilizzare un po’ di frutta secca inserita in un piccolo contenitore ermetico.

Se si utilizzano uva passa, mandorle, noci e nocciole, bisogna accertarsi che il bambino non sia allergico a questi alimenti e non esagerare con le quantità.

Luisa Costa

Consulenza medico scientifica gratuita del Prof. Giovanni Serra, già primario Neonatologia Ospedale Gaslini di Genova

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*