Il pericolo di soffocamento per i bambini

Genova – In Italia, ogni anno, più di 50 bambini, uno a settimana, muoiono per soffocamento.

Le cause che provocano l’arresto del respiro, generato dall’ostruzione delle vie aeree, sono diverse:  in particolare l’inalazione di polveri, l’aspirazione di liquidi, l’ingestione di oggetti e alimenti.
Il Ministero della Sanità, onde evitare incidenti, ha stilato la top ten degli alimenti più pericolosi per il bambino che si trova a casa, con età inferiore ai quattro anni: parti di giocattoli smontabili, pile al litio, magneti, detersivi e detergenti vari, palline, caramelle rotonde e grandi, pistacchi , nocciole, bottoni, monete, ciondoli, tappi.

I cibi responsabili di gravi incidenti per soffocamento hanno  requisiti ben definiti: sono alimenti piccoli, rotondi, con forma cilindrica o conforme alle vie aeree del bambino,ad esempio: uva, hot dog, wurstel tagliati a pezzetti, ciliegie, mozzarelline, carote a fette, arachidi, pistacchi.

I cibi pericolosi sono appiccicosi e sono alimenti che, pur tagliati ,non perdono la loro consistenza (pere, pesche, prugne, susine, biscotti fatti in casa). Questi cibi  ‘si sfilacciano’ e aumentano l’adesione alle mucose,è molto pericoloso per questo il  grasso del prosciutto crudo o il finocchio.

Le carote julienne e il prosciutto crudo hanno una forte aderenza ai tessuti .
Questi alimenti non sono pericolosi in quanto tali, ma lo possono diventare per la somministrazione, di come vengono cucinati.

Particolarmente un wurstel o un chicco di uva, se non tagliati a pezzettini piccoli.
Alcune norme per la sicurezza  domestica è importante averle continuamente presenti.

La mente di un bambino è imprevedibile .

E’ necessario  rendere più sicura la casa dove si vive; controllando e modificando ogni stanza.

In cucina non ci siano pasticche per lavastoviglie e similari. Così pure detersivi non nascosti. Specie in soggiorno, caramelle, pistacchi, noccioline, biscotti, non siano esposti su tavoli bassi alla portata dei bambini. Porre in alto i telecomandi dove i bambini non possano arrivare.

Applicare ai cassetti bassi le molle di sicurezza anti-apertura bimbo, in particolare se al loro interno si trovano bottoni, spilli e aghi con filo.

Liberare i contenitori da tutti quegli oggetti che possono essere pericolosi. Evitare di lasciare a portata dei bambini  borse contenenti monete.

Chiudere a chiave i ripostigli degli attrezzi, dove si trovano cacciaviti, viti, bulloni, colle, topicidi . Tenere chiuse le finestre o proteggere i balconi con  ringhiere troppo larghe. I bambini piccoli mettono la testa ovunque,considerandolo un gioco  ‘di scoperta’.

Allontanare i giochi dei fratelli più grandi.
In caso di rischio per possibile soffocamento,controllare se il bambino sia in grado di respirare, riesca a tossire o a parlare: in questo caso non bisogna fare niente, soprattutto per evitare il peggioramento della condizione respiratoria.

Non dargli da bere per evitare che l’acqua entri nelle vie respiratorie, peggiorando la situazione. Essere molto attenti nel voler mettere le mani in bocca,poichè ci fossero oggetti vi sarebbe il rischio di spingerli più in basso  peggiorando la situazione.

Luisa Costa

Con la Consulenza Medico Scientifica Gratuita del Prof.Giovanni Serra già Primario Neonatologia Ospedale Gaslini Genova

1 Comment

  1. mi trovo spesso a dover affrontare problemi di questo tipo e cerco di dare qualche consiglio nel mio piccolo gargiulomedicolegale.it e quasi sempre queste problematiche sono risolvibili. Bisogna però accertarsi che tutte le precauzioni siano state prese, bisogna ammettere che le mamme dovrebbero essere molto pignole e quasi maniacali nell’attenzione del proprio piccolo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*